Close

La dietista si occupa di valutare lo stile di vita, lo stile di vita alimentare, gli aspetti socio-familiari e psicologici legati alle problematiche alimentari.

Le sue competenze sono:

  • prescrizione di diete sia in funzione dei fabbisogni nutritivi sia in funzione delle intolleranze alimentari;
  • elaborazione di diete destinate sia a soggetti sani sia a soggetti cui è stata diagnosticata una patologia;
  • prescrizione e posologia (o semplice consiglio) per l’indicazione di integratori/supplementi alimentari e altri prodotti dietetici di libera vendita

Elabora programmi nutrizionali personalizzati con lo scopo di insegnare ai pazienti un regime alimentare conciliabile con la vita quotidiana che li aiuti a raggiungere il benessere sia fisico che psichico.

L’obiettivo è, inoltre, quello di educare il paziente ad un buon rapporto con il “BUON” cibo informandolo anche sulle qualità e proprietà dei vari alimenti o delle loro associazioni e su come sfruttarle per il proprio benessere.

La Scienza dell’Alimentazione ha infatti come obiettivo il corretto utilizzo degli alimenti per il benessere psicofisico e per il mantenimento dello stato di salute.

PRIMA VISITA

Il paziente dovrà presentarsi alla prima visita con i seguenti esami:

EMOCROMO – COLESTEROLO TOTALE – HDL – LDL – TRIGLICERIDI – GLICEMIA BASALE – OMOCISTEINA BASALE – FUNZIONALITA’ EPATICA – FUNZIONALITA’ RENALE – TSH – URINE COMPLETO

Durante la prima visita, dopo aver misurato peso, altezza e circonferenze, la dottoressa valuterà i parametri presenti nelle analisi ematiche e delle urine discutendo insieme al paziente eventuali disordini da migliorare e le eventuali prescrizioni mediche.

Il piano alimentare che la Dottoressa consegnerà al paziente sarà completato da indicazioni nutrizionali e comportamentali.

CONTROLLI

I controlli successivi saranno basati sulla misurazione del peso e delle circonferenze per la corretta valutazione dei risultati ottenuti, sulle “impressioni” e valutazione del paziente e, a seconda dei risultati, il piano alimentare potrà essere variato.

MANTENIMENTO

Se il percorso nutrizionale è stato efficace alla fine il paziente sarà in grado di gestire la propria alimentazione in modo autonomo e sano, sarà in grado di fare le scelte giuste per non ricadere negli errori che l’hanno portato all’attenzione del nutrizionista.

social_facebook social_instagram